NAPLES SENSE OF PLACES. ALEX TRUSTY

08/05/2022

In mostra alla Fondazione Stelline uno straordinario racconto di una Napoli vista come luogo sacro e sicuramente unico. Una riflessione che non solo ha valore artistico ma è, a tutti gli effetti, un’azione di tutela e salvaguardia del genius loci.

La fotografia torna protagonista alla Fondazione Stelline con la mostra di Alex Trusty Naples Sense of Place, a cura di Luciano Bolzoni, fino al 29 maggio 2022. Naples Sense of Place è un lavoro che definisce immediatamente quale sia il senso di questa straordinaria città, una Napoli alla quale il fotografo dedica di volta in volta uno sguardo privilegiato, ricco di sensazioni e di emozioni che si diluiscono in ogni singola visione dei suoi spazi. In questo progetto fotografico, l’autore cerca sempre il senso del luogo attraverso un dialogo in equilibrio tra lo spazio singolo inquadrato e il suo collocamento nel grandioso paesaggio della città. La fotografia diventa il racconto di una città che genera nuove visioni e forti sensazioni, capaci di toccare la mente e l’anima di ogni individuo, abitante, passeggero o viaggiatore che sia. In ogni suo scatto, troviamo un giacimento di esistenza, di realtà, di sincerità; scorgiamo il luogo con tutte le sue porzioni di vita, architetture, vedute, sguardi, umanità. Paesaggi, dunque, come quelli di Napoli, dove i colori della città, i suoi incroci sociali, si fondono in un cromatismo che ha nel bianco e nero il valore dello sguardo proprio del fotografo.

Alex Trusty non è solo un fotografo, ma un protagonista di un mondo eterogeneo, denso di significati; egli non si limita a osservare perché, dai tanti sentieri professionali e personali che percorre, mostra il sottosuolo della vita e dei luoghi che insegue con la sua fotocamera. Il fotografo nell’immagine guida della mostra – la scala di Giulio Ulisse Arata, grande architetto attivo anche a Milano – rivela questa rampa, quasi un sensuale fuori scala, ingrandita in un occhio che si perde salendo privo di umanità apparente, vertiginosamente svuotata dai tanti passi che l’hanno percorsa e che, ancora per molto tempo, la percorreranno. Gio Ponti ce lo diceva già da tempo: “I passi sulla scala sono di vite diverse”.
E da una scala, si è passati per entrare in questa Napoli ospitata da una Milano sotterranea, uno dei luoghi dell’impegno leonardesco, nel quale il Genio si muoveva con gesti affaccendati, impaziente di non riuscire a finire il proprio lavoro. E andò proprio così.
Questo luogo, meglio e più di altri, restituisce il respiro di queste immagini che parlano di un altrove, ossia di uno spazio dalla forte identità e dalla vera anima: una Napoli vista come luogo sacro e sicuramente unico.

Accompagna la mostra la monografia Naples Sense of Place, edito da Artem (2021).

Alessandro Fidato (Alex Trusty) Fotografo e manager romano, ha vissuto a Roma, a Napoli e negli Stati Uniti, mentre oggi vive e lavora a Milano. Nasce a Roma nel 1967, inizia a fotografare giovanissimo grazie al padre Carlo, appassionato anch’egli di fotografia, dal quale impara le tecniche della camera oscura. Coltiva la passione per la fotografia con l’amore per il viaggio e per l’osservazione curiosa di ciò che lo circonda. Allestisce la sua prima mostra fotografica collettiva nel 2014 con un reportage su L’Aquila dopo il terremoto; da allora usa il suo pseudonimo Alex Trusty. Ama comunicare in tutto il mondo con le sue fotografie attraverso il web e le sedi espositive nelle quali ha avuto il piacere di mostrare i propri lavori, tra cui recentemente il Palazzo delle Arti di Napoli e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. È specializzato in black&white, street photography, cityscape, architettura e landscape. Curioso, appassionato ed entusiasta fotografo, ama il reportage.

NAPLES SENSE OF PLACES. ALEX TRUSTY
a cura di Luciano Bolzoni
8-29 maggio 2022
martedì – domenica, h. 10.00-20.00
(chiuso il lunedì)